Trasmissione spese sanitarie al STS: nuovi soggetti obbligati.

Pubblicato il da L' inform@i.v.a.

Con il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze 1° settembre 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 13 settembre 2016, n. 214:

-       è stato integrato l’elenco dei nuovi soggetti obbligati alla trasmissione al STS dei dati riguardanti le spese sanitarie;

-       sono state specificate le modalità che devono essere seguite per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate di ulteriori specifici dati inerenti agli oneri detraibili ai fini dell’Irpef, che potranno essere utilizzati ai fini del modello 730 e Unico-PF precompilati. 

Pertanto, fini dell'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata da parte dell’Agenzia delle entrate, con decorrenza dal 1° gennaio 2016, risulta prevista l’estensione dell’obbligo di invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi a tali oneri sostenuti dalle persone fisiche presso: 

·       gli esercizi commerciali abilitati all’attività di distribuzione al pubblico di farmaci, in possesso del codice identificativo univoco previsto dal D.M. 15 luglio 2004 (cosiddette “parafarmacie”)

·       gli iscritti agli Albi professionali:

-       dei veterinari, per le spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche e riguardanti le tipologie di animali individuate dal D.M. 6 giugno 2001 e cioè gli animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva;

-       degli psicologi (L. 18 febbraio 1989, n. 56);

-       degli infermieri (D.M. 14 settembre 1994, n. 739);

-       delle ostetriche/i (D.M. 14 settembre 1994, n. 740);

-       dei tecnici sanitari di radiologia medica (D.M. 14 settembre 1994, n. 746);

·       gli esercenti l’arte sanitaria ausiliaria di ottico, che hanno effettuato la comunicazione al Ministero della salute di cui agli artt. 11, comma 7, e 13 del D.Lgs. 24 febbraio 1997, n. 46;

tenendo presente, inoltre, che tale obbligo è già stato ampliato dall’art. 1, comma 949, lettera a), della L. 28 dicembre 2015, n. 208 a carico:

·       delle strutture “autorizzate” all’erogazione dei servizi sanitari, nei cui riguardi la Regione ha emanato l’apposito provvedimento in seguito alla verifica della sussistenza dei requisiti minimi per operare in tale ambito;

·       delle strutture, anche se non accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale, nei cui confronti la Regione non ha provveduto a convenzionarsi con apposito provvedimento al fine di esternalizzare parte dei servizi che deve garantire al pubblico.

 

Per il veterinario:   Medicina del cane e del gatto (guida tascabile) 

 

Si rammenta che i dati da trasmettere riguardano: le ricevute fiscali, gli scontrini fiscali, le fatture, inerenti a spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche e dai loro familiari a carico, compresi gli eventuali rimborsi erogati.

 

Senza la pretesa di esaustività, di seguito una tabella realizzata utilizzando informazioni di tipo meramente procedurale per l’adempimento della segnalazione al "sistema tessera sanitaria",  e' pertanto consigliabile eseguire un riscontro normativo prima di procedere all'elaborazione dell'adempimento normativo.

Tipologia prestatore

Obbligo di segnalazione al Sts-Sistema tessera sanitaria

Soggetto prestatore

 

Attività professionali sanitarie  soggette alla vigilanza  del Ministero della salute

 

Per le prestazioni poste in essere dal 1° gennaio 2015

Farmacista 

Medico chirurgo 

Odontoiatri 

Per le prestazioni poste in essere dal 1° gennaio 2016

Medico veterinario 

Psicologo

 

Attività professionali sanitarie assistenziali

Per le prestazioni poste in essere dal 1° gennaio 2015

Nessun soggetto interessato

 

Per le prestazioni poste in essere dal 1° gennaio 2016

Infermiere

Infermiere pediatrico

Ostetrico

 

 

 

 

Attività professionali sanitarie riabilitative

 

 

 

Se la prestazione risulta erogata da società, in quanto assimilata a "struttura sanitaria”, nel qual caso l’obbligo  compete a quest’ultima

Educatore professionale

Fisioterapista

Logopedista

Ortottista o assistente di oftalmologia

Podologo

Terapista della neuro

Terapista della psicomotricità dell'età evolutiva

Tecnico della riabilitazione psichiatrica

Terapista occupazionale

 

 

 

 

 

 

 

Attività professionali sanitarie tecniche

Per le prestazioni poste in essere dal 1° gennaio 2016

Tecnico sanitario di radiologia medica

 

 

 

 

Se la prestazione risulta erogata da società, in quanto assimilata a "struttura sanitaria”, nel qual caso l’obbligo  compete a quest’ultima

Dietista

Igienista dentale

Tecnico audiometrista

Tecnico audioprotesista

Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria

Tecnico della perfusione cardiovascolare

Tecnico ortopedico

Tecnico sanitario di laboratorio biomedico

Tecnico sanitario di neurofisiopatologia

 

Attività professionali sanitarie tecniche della prevenzione

Se la prestazione risulta erogata da società, in quanto assimilata a "struttura sanitaria”, nel qual caso l’obbligo  compete a quest’ultima

Assistente sanitario

Tecnico della prevenzione nei luoghi di lavoro

Tecnico della prevenzione nell'ambiente

 

Altre figure in ambito sanitario di  livello non universitario 

 

Se la prestazione risulta erogata da società, in quanto assimilata a "struttura sanitaria”, nel qual caso l’obbligo  compete a quest’ultima

Massaggiatore capo bagnino degli stabilimenti idroterapici

Odontotecnico

Ottico

Puericultrice

 

Operatori non sanitari

Se la prestazione risulta erogata da società, in quanto assimilata a "struttura sanitaria”, nel qual caso l’obbligo  compete a quest’ultima

Assistente studio odontoiatrico

Massofisioterapista

Operatore socio-sanitario

 

Segnalazione al S.T.S. delle fatture emesse nell'anno di riferimento con pagamento effettuato nell'anno successivo.

I dati inerenti alle spese sanitarie devono essere trasmessi al Sts - sistema tessera sanitaria tenendo in considerazione della data dell’avvenuto pagamento della prestazione, a prescindere dal fatto che il documento riporti una data precedente o che la prestazione sia stata effettivamente erogata nell’anno precedente (cosiddetto “criterio di cassa”).

Pertanto, nel caso di fattura emessa nel corso del 2016, per la quale il pagamento risulta eseguito, anche parzialmente, nel corso dell’anno 2017, la spesa sanitaria, per la parta pagata nel 2017, non deve costituire oggetto di trasmissione tra le quelle inerenti all’anno 2016, ma tra quelle relative all’anno 2017.

 

Per approfondire:   Medici, farmacie e professioni sanitarie: Aspetti gestionali.

 

Infatti, al riguardo, è opportuno porre in evidenza che le spese sanitarie devono necessariamente risultare oggetto di comunicazione anche nell’ipotesi in cui il pagamento risulti posto in essere in nome e per conto dell’assistito da parte delle assicurazioni o dei fondi sanitari (cosiddetti “pagamenti in convenzione diretta).

Se, invece, il documento di spesa (nota o fattura) non risulta intestato al soggetto interessato o contribuente, la spesa non può essere a lui riferita e, conseguentemente, non deve risultare comunicata.

Il “criterio di cassa” si rende operativo anche alle comunicazioni all’Agenzia delle entrate da parte degli enti e casse con finalità assistenziali aventi ad oggetto i rimborsi di prestazioni sanitarie erogate in convenzione diretta, i quali devono essere segnalati all’Agenzia delle entrate tenendo conto dell’anno di pagamento, anche se si riferiscono a prestazioni che sono state fatturate in anni precedenti.

Infatti, nella comunicazione è necessario che risulti specificato, tra l’altro:

-       la data di emissione del documento fiscale relativo alla spesa sostenuta dall’assistito, che, di regola, consente di individuare l’anno di riferimento della prestazione sanitaria (spesa);

-       la data di pagamento afferente al documento fiscale emesso, che, permette di individuare l’anno in cui è stato effettivamente eseguito il pagamento da parte del fondo sanitario in nome e per conto dell’assistito (e, di conseguenza, non quello di emissione del documento di addebito).

Si segnala la possibilità di richiedere pareri e consulenza circa la materia trattata attraverso il modulo contatti.